Tra gnocco fritto e Festa dell’Unità – L’unico Lenin (originale) esistente nel mondo occidentale

Cosa ci azzecca un paesino emiliano con l'Unione Sovietica?  E, più precisamente, con il signor Lenin in persona? Seguitemi, vi porto a fare una passeggiata nel secolo scorso, per le vie di Cavriago, un paesino di 9000 anime, a pochi km da Reggio Emilia, lungo la linea della via Emilia, quella via tanto nota, quanto antica, conosciuta già dai romani, che collega Rimini a

Tra gnocco fritto e Festa dell’Unità – L’unico Lenin (originale) esistente nel mondo occidentale2020-11-03T08:32:30+00:00

Igor Kostin

Quando si parla di Chernobyl e della sua storia non si può non menzionare anche Igor Kostin. Igor Fedorovich Kostin, classe 1936, è uno dei cinque fotografi al mondo ad aver fotografato, nell'immediato, l'incidente alla centrale nucleare e la sua liquidazione nei mesi a venire. E non solo, fu anche il primo a documentare fotograficamente le gravissime conseguenze del grande irraggiamento assorbito dai feti

Igor Kostin2020-08-30T13:36:24+00:00

L’appartamento di Viktor Bryukhanov, il direttore

Viktor Bryukhanov era direttore in carica dell'impianto nucleare di Chernobyl, all'epoca dell'incidente. Cinquantunenne, era stato trasferito dalla centrale nucleare di Balakovo, nel sud-est di Mosca, ed anche in questo impianto la sua mansione era di dirigenza. Era stato insignito di questo ruolo sin dall'inaugurazione del ChNPP e ne aveva partecipato anche alla progettazione. Nel 1970 fu trasferito nella meravigliosa Pripyat, città modello dello sviluppo

L’appartamento di Viktor Bryukhanov, il direttore2020-10-22T06:06:00+00:00